IcedTea: 100% GPL Java

Lo spirito di Richard Stallman ha segnato un’altra tappa importante nello sviluppo della conoscenza libera dai paletti dei grossi marchi commerciali. IcedTea, il progetto open source iniziato nel 2007 da RedHat per superare quella che Stallman definì la Java Trap, è stato completato. Le parti del classpath che Sun non poteva rendere open source, in quanto non di sua proprietà, sono state rimpiazzate da codice libero, proprio come RMS aveva invitato a fare.

Qualche giorno fa è stato dato l’annuncio che IcedTea ha superato il rigoroso Java Test Compatibility Kit (TCK), presentandosi quindi, a tutti gli effetti come una implementazione di Java 6. IcedTea è, e sarà, ovviamente, presente su tutte le piattaforme (Mac OS X compresa…)

Bella notizia…

Zac

Firefox 3: 17 Giugno 2008…partecipate al record!!!

Domani 17 Giugno 2008, potrete partecipare al download di Firefox 3 ed essere così protagonisti del tentativo, che stiamo facendo in molti, di stabilire il record mondiale del maggior numero di scaricamenti di un file in un solo giorno. Se i server reggeranno potremo entrare nel guinness dei primati!!! Il link lo trovate qui a fianco in bella mostra.

Spargete la voce e partecipate numerosi!!!

Zac

Update: il Download Day comincerà oggi 17 Giugno alle ore 19.00…Non mancate!!!

Improvvisamente la visione…

…ascoltando il live audio del keynote all WWDC 2008 improvvisamente ho colto la visione della Apple….come un colpo di stato all’improvviso ha fatto un balzo sopra Microsoft e Google allo stesso tempo. MobileMe, il nuovo personal backoffice di Apple, il nuovo AppStore, il nuovo iPhone SDK 2.0…Tutto ora gira intorno a loro con un integrazione ed una (si spera) efficienza che Microsoft e Google si sognano. Microsoft non ha un software così ben congegnato. E Google non ha l’hardware per farlo.

E’ chiaro. iDisk (nato come servizio .Mac anni fa) ora si integra perfettamente in un mondo fatto di connessioni wireless dove i documenti mi seguono, le email mi raggiungono e ho sempre tutto a portata di cellulare. Qualsiasi tipo di documento lo posso visualizzare, editare via web ed ottenere informazioni dai server cui mi collego attraverso un sistema push gestito (ovviamente) da Apple.

Il loro sistema è facile da utilizzare, è bello da vedere, è alla moda, è sempre aggiornato e, soprattutto mostra a pieno l’utilità di tutti questi strumenti.

Immagino già la faccia di Frankensteve a cui queste news staranno arrivando come miriadi di uova marce…prova a ridere ora…

Forse l’unica pecca è il costo di 99$ all’anno…forse una versione gratuita, almeno per iniziare sarebbe stata meglio…Ad ogni modo c’è sempre Google che potrebbe appropriarsi delle idee e proporre la sua versione di MobileMe…Vedremo

UPDATE: iPhone 3G con GPS, anche in Italia a 199$, per 8GB!

Manca poco…

Fra poche ore, alle 19.00 ore italiane, inizierà il keynote di Steve Jobs, presso la conferenza per gli sviluppatori Apple. Al solito, si tratta di un evento attesissimo per le rivelazioni sui futuri prodotti Apple, di cui il pubblico non è mai sazio. A mio modesto parere, gli ultimi keynote di Steve sono stati un pò sotto tono: troppe infatti sono le aspettative di una platea che, giorno per giorno, si nutre di rumors e di aspettative su Internet e che poi si ritrova davanti qualcosa che lascia un pò con l’amaro in bocca.

Questa volta ci si attende il famoso iPhone 3G: la dotazione interstellare dei rumors prevede uno schermo multitouch che non invecchia con gli anni, la connettività HDSPA (wow), il GPS, e, forse nuovi colori (black e red?). L’iPhone di KeepInTech prevede la disponibilità di iChat AV, un registratore di video, un player di Flash, il supporto a Java, la possibilità di ridimensionare i tasti della tastiera virtuale e, magari, una metodologia di input predittiva che suggerisca delle parole cliccabili mentre si digita il testo. Si attende anche una novità sull’hardware classico della Apple ovvero i MacBook pro (che si portano dietro un design piuttosto vecchio, per quanto gradevole) e qualche anticipazione sul Mac OS X 10.6.

Sicuramente saranno presentati i numeri delle vendite Apple, l’SDK per iPhone e, forse, un famigerato tablet di cui esiste già un brevetto. Penso sia presto per vedere realizzato il brevetto per cui al di sotto del touch screen ci sono le celle solari che alimentano l’iPhone.

Insomma tutto e niente ma, ho la sensazione, nulla che rivoluzioni così tanto la vita di noi Applisti, tutto sommato molto soddisfatti del nostro computer e sempre troppo esigenti nei confronti di un marchio che ha segnato in modo così netto la differenza tra un prodotto ben progettato ed uno meno (chi ha detto Windows?).

Tutta da scoprire sarà poi l’offerta dell’iPhone 3G in Italia, forse il primo paese che riuscirà a commercializzarlo, dicono. Io sono un pò scettico su questo fronte dato che è da quasi un mese che gli operatori di telefonia stranieri hanno terminato le scorte di iPhone e, immagino, abbiano voglia di ricominciare le vendite di questo blockbuster.

Fra un pò sapremo se tutti i rumors fatti di intercettazioni di carichi navali, di stampi di custodie per il nuovo iPhone, di esame dei log dei software per le nuove versioni di Mac OS X e immagini più o meno artefatte avranno minimamente azzeccato qualcosa.

Ahh…one more thing…è di oggi la notizia di un misterioso Mac Fuzion, forse un hardware pensato per facilitare lo sviluppo multipiattaforma? Forse un’altra bufala…vedremo.

Zac